Cronologia di CCFS

Prendo a prestito questa ottima cronologia di GiallodiMarte su cui ci siamo confrontate a lungo e che condivido appieno:

1899: Candy ed Annie nascono a maggio “La mente di suor Lane tornò a quel luminoso, bellissimo giorno di maggio di 6 anni prima”, pag. 22 , 1
1905: Adozione di Annie e incontro con il Principe della Collina a 6 anni, in primavera. Albert ne ha 17 “Oggi hanno già entrambe 6 anni”, Suor Lane, pag. 23 Vol. 1. “Avevo 17 anni”, Albert, pag. 220, 2
1912: Assunta dai Lagan a 13 anni , a maggio “Tra 5 giorni Candy avrebbe compiuto 13 anni” , pag. 30, 1
1912: Adottata dagli Ardlay a fine estate dei 13 anni “Un vento fresco sembrava preannunciare la fine dell’estate”, pag. 142, 1
1912: estate, morte di Anthony a soli 15 anni.
1913: Ingresso alla Saint Paul School, Viaggio in Inghilterra nell’ inverno dei 13 anni “Nel salone si stava svolgendo la festa per il nuovo anno
1913: Albert lascia Londra per l’Africa, in estate “ Le vacanze estive sono giunte al termine. Quando sono tornata al dormitorio, ho trovato una lettera scritta dal signor Albert. É partito di nuovo…sembra che si trovi in Africa.” Pag. 73, 2
1913: Abbandono della Saint Paul School nell’ autunno dei suoi 14 anni  “L’autunno stava sopraggiungendo con grande velocità”, pag. 75, 2
1913: Ritorno alla casa di Pony , autunno
1914: Candy decide di diventare infermiera e si iscrive alla Scuola per infermiere Mary Jane nella primavera dei suoi 15 anni (riferimento nella lettera al Comandante Niven)

Inverno 1913 /Primavera 1914

Per il signor August Carson:La mia Casa di Pony si trova in Michigan, e mi sembra un miracolo averla raggiunta.” “Io voglio diventare un’infermiera.” Pag. 116, 2

Per Samuel, Jeffrey e Susie Ann Carson: “Caro Sam, parlo sempre di te ai maschietti della Casa di Pony”, pag. 118, 2

Per il signor Dan Juskin: “Al momento sto studiando intensamente per diventare infermiera. Vorrei riuscire a entrare in una scuola in cui si possa imparare facendo pratica” Pag. 119, 2

Per la signorina Candice White Ardley da George Villers: “Riguardo al desiderio da lei espresso di entrare nella scuola Mary Jane, tale proposta è stata approvata”, pag. 122, 2

1914:

Per il comandante Edgar Niven Inizio primavera del 1914: “Questa mattina sono andata a fare una passeggiata nel bosco assieme ai bambini della Casa di pony, e ho raccolto con loro i Nontiscordardime, fioriti in anticipo. Nel pomeriggio lascerò questo posto per entrare nella scuola per infermiere Mary Jane. L’istituto è annesso all’ospedale Saint Joseph.” Pag. 123, 2
Per la signorina Candice White Ardley da Cricket Dix alias Cookie 1914: “Il tuo viaggio per diventare infermiera alla fine è iniziato”, pag. 125, 2

Per Sam, Jeff e Susie
1914: “Adesso sto studiando per diventare una brava infermiera. Oggi mi aspetta il turno di tirocinio notturno”, pag. 127, 2

A Terry da Tarzan Tutte Lentiggini Primavera, estate 1914: “Continuo a non sapere dove indirizzare le mie lettere.” “Sai Terry, mi sono iscritta a una scuola per infermiere e le mie giornate sono sempre molto piene.” Pag, 128,2. Lettera inedita in CCFS.

Da Archie Tarda Primavera/inizio estate 1914: “Che sorpresa sapere che ti stai impegnando a lavorare e studiare in una scuola per infermiere!” “Anche noi stiamo per tornare in America, in Europa soffia un vento di guerra.” L’Austria dichiara guerra alla Serbia il 28 luglio 1914

Da Stair Tarda primavera/inizio estate 1914: “Archie ha già rovinato la sorpresa del nostro ritorno in America? Londra è avvolta in un’ atmosfera di forte tensione.” “Conto in giorni che mancano alla fine della nostra vita scolastica.” “Ti chiedo scusa, non sono ancora riuscito ad avere informazioni sul signor Albert e sulla sua vita in Africa.” Pag. 130-131, 2

Per la direttrice suor Gray estate 1914: “Non mi sarei mai aspettata che avesse incaricato i fratelli Cornwell, di ritorno in America, di portarmi un Bibbia da parte sua”, Pag. 132, 2

Per la direttrice Mary Jane Estate/Autunno 1914: “Le sono grata per i rimproveri che ricevo da lei ogni giorno” “Se dovessero inviarmi all’ospedale Santa Johanna di Chicago m’impegnerò al massimo per imparare le tecniche operatorie etc..” Pag. 135,2

Da Annie autunno 1914? Inverno 1914/1915? “Speravo che, una volta tornata a Chicago, avrei avuto modo di vederti più spesso, e invece…” Allegato annuncio sul giornale del Re Lear. Pag. 136,2

Da Patty (Autunno 1914? Inverno 1914/15? “Anche l’Inghilterra è entrata in guerra”, quindi dopo il 4 agosto 1918. O forse si riferisce ai bombardamenti di Yarmouth del gennaio 1915. “Stair è preoccupato e mi invita a raggiungerlo presto.” “È vero che nell’ospedale dove lavori è ricoverato il sign. Albert?Ho saputo che ha perso la memoria.”Mi hanno raccontato che in Italia ha vagato per diversi ospedali e rifugi per profughi. “ Pag. 142,2

Per il dott Franck Campbell dell’ospedale S. Joseph: 1915? 1916? Candy è già diplomata ma non vive ancora con Albert che è ricoverato al reparto zero: “Credo si sia molto meravigliato di vedermi arrivare tra i primi posti nell’esame da infermiera!” “Si è mai occupato di un paziente affetto da amnesia?” “La persona di cui le ho scritto si trova nel reparto zero dell’ospedale.” Pag. 144,2

La morte di Stair. Stair  si arruola quando Candy parte per New York, dovremmo essere in autunno inoltrato, forse novembre, fa molto freddo e nevica. Dalla lettera di Archie sappiamo che stair muore prima che l’America entri in Guerra, quindi prima del 06/04/ 1917. Si arruola quando Candy parte per New York, la raggiunge in stazione per dirle addio. Dalla lettera di Rolf Baughmann sappiamo che si era arruolato come volontario nell’aviazione americana in Francia, quindi è molto probabile che facesse parte della squadriglia Lafayette, fondata nell’aprile del 1916 e composta appunto da volontari americani che operavano in Francia e combattevano in appoggio all’aviazione francese, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica americana sulla guerra in Europa in un’ottica prettamente interventista. Quindi Stair si è arruolato molto probabilmente nel tardo autunno del 1916.

Inverno 1916/17

Da Susanna Marlowe Inverno 1916/17: “Spero che tu sia tornata sana e salva a Chicago”, in seguito all’addio di New York. Pag. 205, 2

Da Archibald Prima del 06.04.1917. Morte di Stair. “Ma perché si è arruolato volontariamente? L’America non è nemmeno ancora entrata in guerra” “D’ora in poi m’impegnerò seriamente nello studio: come membro della famiglia Ardley, ho del lavoro che mi aspetta.” “Quando la guerra sarà finirà ci incontreremo tutti a Lakewood per commemorare Stair.” Pag. 166, 2

1917


Da Rolf Baughmann Arriva a inizio primavera del 1917 “Gentile signorina Candy, mi trovo in un territorio di guerra, e temo di aver ricevuto la sua lettera con un certo ritardo.” “Voglio che sappia che quel giorno il cielo, al tramonto, si è illuminato di una luce intensa, meravigliosa e dolce, come non mi era mai capitato di vedere dal mio arrivo in Francia” Pag. 167, 2

Da Patty, seconda lettera Primavera 1917, ha letto la lettera del Rolf Baughmann: “A quanto pare anche l’America sta per entrare in guerra”. Immagino che anche alla Clinica Felice, il tuo nuovo posto di lavoro, ti aspettino giornate molto impegnative.” Mi chiedo se il sign. Albert riuscirà a migliorare in mano a quel medico che sembra un alcolista.” “A breve, un giorno che sarai di riposo, io e Annie vorremmo preparare del pasticcio di pollo e venirti a trovare alla casa della Magnolia. Il signor Albert, l’altra volta, lo ha gradito molto.” Pag. 170, 2

Da Annie, seconda lettera
Primavera 1917: “La scorsa volta io e Patty ti abbiamo portato il pasticcio di pollo che avevamo preparato.” “Io sono estremamente preoccupata per te. Lo so quanto ti è costato esserti separata da Terry.” Pag. 171, 2

1918

Da Archie 3 Primavera 1918: “Ho sentito delle voci preoccupanti. Stai attenta a Neal Lagan.” “Anche noi ci stiamo dando da fare per trovare il signor Albert, quindi cerca di non preoccuparti troppo. Pag. 180, 2

È in questo momento, dopo Rockstown e l’incontro con Terence, che Albert sarà costretto da Georges a rivelarsi come il prozio William evento che sorprenderà Candy e che rimane per lei una sorpresa che difficilmente perderà il primo posto. La Nagita non si sorffermerà particolarmente su questo evento, quanto sulla disperazione di Candy quando Abert la lascia alla Casa della Magnolia e alla sua gioia e “rabbia” quando lo ritroverà. Candy dunque decide di andarsene da Chicago e torna alla Casa di Pony. Per noi la lettera di Terry è riferita all’addio a New York e crediamo che a fine primavera/inizio estate Terry scriva la sua lettera per farle sapere che è risorto dal baratro in cui era caduto e che ha ancora intenzione di inseguire il suo sogno (probabilmente le scrive nel momento in cui ottiene la parte di Amleto). Sono infatti un anno e sei mesi esatti dal loro addio di New York, avvenuto nellautunno inizio inverno 1916/17. In autunno Candy probabilmente riceve l’invito da parte di Eleonor per l’Amleto. A stagione teatrale iniziata e in seguito al grande successo di Terence, Candy scrive la lettera a Terry, concludendo con “Terry, io ero innamorata di te”.
In questa lettera Candy non accenna né al fidanzamento di Archie ed Annie, né del fatto che lavora come infermiera alla clinica del Dott. Martin, ma solo del fatto che Albert si è rivelato come Prozio William e che non hanno ancora affrontato la questione Diario. È logico pensare che la rivelazione di Albert come prozio William sia recente e che ancora il Dr Martin non abbia accettato di trasferirsi nei pressi della Casa di Pony dove Albert farà costruire la Clinica Felice. Candy specifica in quella lettera che “sono ancora tanti i misteri da svelare” in merito ad Albert. Visto che nella lettera ad Albert della “bellissima figlia adottiva” gli scrive che deve prendersi una vacanza per andarla a trovare e raccontarle tante cose, tipo quando ha riacquistato la memoria, cos’ha fatto in Africa ecc…e visto che l’argomento Diario lo toccano esclusivamente nella gita a Lakewood, raccontata alla fine dello scambio epistolare, la lettera ad Eleanor e quella a Terry sono indubbiamente precedenti alla primavera del 1919, precedenti all’epilogo e al terzo mistero, l’identità del Principe della Collina.

da T.G.  primavera 1918: “È passato un anno da allora. Trascorso quest’anno di tempo mi ero ripromesso di scriverti, ma poi, preso dai dubbi, ho lasciato che passassero altri 6 mesi.” La lettera inedita in CCFS di Terence.

Per Miss Eleanor Baker “Autunno 1918: le invia un biglietto per lo spettacolo autunnale della compagnia Stratford, l’Amleto. “Sapevo già di questa rappresentazione dai giornali e dalle riviste.” “È passato molto tempo dall’ultima volta che ci siamo parlate a Rockstown.” “Attenderò con ansia l’uscita del suo prossimo film.” Pag. 202, 2

A Terence Graham da Tarzan Tutte Lentiggini Autunno 1918: “Congratulazioni per il grande successo di Amleto”. “A grande richiesta, state rappresentando uno spettacolo dopo l’altro.” “Ora anche il Prozio William parla con disinvoltura di te.” “Sai Terry, il Prozio William è il signor Albert!” “Sono sollevata ora che possiamo parlare tutti in modo più naturale.” “Quando ho lasciato la Saint Paul ho lasciato al Prozio William il diario in cui confidavo, senza nascondere nulla, tutti i miei sentimenti…Non riesco nemmeno a immaginare con che faccia avrà letto quelle mie pagine. Pensa che ancora non riusciamo a toccare l’argomento”.” “Ancora oggi sono molti i misteri da svelare.” Pag. 204, 2.

Natale 1918

Per il Dottor Donald Martin  06.12.1918: “Mancano 19 giorni a Natale!” “Posso solo immaginare, ora che me ne sono andata, quanto lei rimpianga un’abile infermiera come me.” “tra poco è anche Natale…” “anche il signor William Albert Ardley è pienamente d’accordo nel riconoscere le sue grandi abilità.” “Lei sembrava sempre intento a giocare con gli anelli magici, ma in realtà ho imparato moltissimo, e ora che sono alla casa di Pony sto mettendo in pratica tutta la mia esperienza.” “Se cerco di persuaderla con tanta insistenza è perché voglio che accetti la proposta del signor Albert e si decida a far costruire una nuova clinica.” Pag. 184, 2

Per il Dottor Donald Martin 2: Natale 1918: “La ringrazio moltissimo per i regali che ci ha inviato.” Candy contenta di sapere che il medico è “più che felice di accettare l’offerta a patto che la clinica venga costruita qui e non a Chicago. Allora si è ricordato di quando le dicevo che al nostro villaggio non ci sono né un medico né, tantomeno, un ospedale!” “Buon Natale!” Pag. 185, 2

Per la portinaia della Casa della Magnolia, Gloria Bandog Autunno 1918, forse primi mesi del 1919: “Cara Gloria, quanto tempo! Mi scuso per non averle fatto avere prima un mio messaggio di ringraziamento.” “Posso capire quanto sia rimasta allibita nello scoprire la sua vera identità sul Chicago News Express.” “Io invece sono tornata al mio paesino Natale e sto lavorando come infermiera.” Pag. 187, 2

La lettera a Gloria risale presumibilmente all’ autunno del 1918, o  ai primi mesi del 1919 perché Candy risponde a una lettera incentrata sulla rivelazione dell’identità di Albert in quanto prozio, notizia data dal Chicago News Express a stretto giro dalla presentazione ufficiale in famiglia. Candy è una infermiera, non accenna in quella lettera alla Clinica Felice, ma è possibile che lei già eserciti il suo ruolo nel villaggio che sappiamo privo di medici e altre figure professionali.

La guerra finisce, come preannunciato da Archie nella sua lettera, abbiamo la commemorazione di Stair a Lakewood, quindi in un periodo posteriore all’11.11.1918, e l’inaugurazione del Resort Inn di Miami (nella lettera a Stuart Candy scrive che la guerra è finita). Crediamo che la commemorazione avvenga prima del Resort Inn, se non altro perché la zia Elroy non aveva ancora la nevralgia e poi perché ci sono richiami al Resort Inn nelle prime lettere del carteggio tra Candy e Albert. Il tutto  fa pensare che sia avvenuto nel 1919, primavera?, oppure anche più in là nel tempo, estate/autunno 1919, perché Albert si è rivelato a lei come Principe nella stagione in cui si erano conosciuti la prima volta, specifica che ha atteso quella stagione, ovvero l’inizio della primavera, forse del 1920.
Candy, al riguardo, ricorda questo:

La prozia Elroy non aveva potuto partecipare a causa di problemi di salute e anche Archie aveva disdetto adducendo un impegno improvviso, ma io sapevo bene che non aveva mai avuto intenzione di partecipare.” Pag. 148, 2

La prozia, ricomponendo il puzzle, non ha potuto partecipare per la nevralgia di cui le parla Candy nella sua prima lettera e Archie probabilmente arrabbiato per i contrasti e il rifiuto ad acconsentire al suo fidanzamento con Annie, si defila:

Inverno 1918/19

Alla Prozia Elroy da Candice  Inverno 1918/19: “Ho sentito la necessità di dirle almeno una parola di ringraziamento per avermi concesso di partecipare all’incontro organizzato a Lakewood per commemorare Stair.” “Spero che la sua nevralgia possa alleviarsi” “Le consiglio come medico il dott. Leonard.”Pag. 189,2.

1919:

Per Franny Hamilton a guerra conclusa, quindi in una qualunque data dopo l’11.11.1918, anche se non credo sia trascorso molto tempo tra la fine della guerra e il riconoscimento al lavoro delle crocerossine: “È passato molto tempo da quando le nostre strade si sono separate.” “Ieri ho letto un articolo sul riconoscimento del tuo lavoro nella Croce Rossa.” “Pensavo che la guerra sarebbe finita presto, ma non è andata così.” “In quel periodo avevo ancora una visione sentimentale del lavoro da infermiera e del campo di battaglia.”

Per Archiebald Cornwell
  “Ti sei già abituato alla tua nuova vita? La decisione di frequentare l’Università del Massachusetts ha scioccato molto anche Annie.” “La guerra è finalmente conclusa, ma il mondo è ancora sconvolto.” “Immagino che aver tenuto a Lakewood un incontro per ricordare Stair ti abbia in parte rasserenato.” “Come capofamiglia degli Ardley il sig. Albert è al momento molto impegnato, e non abbiamo quasi modo di parlare con calma. Nonostante sia tremendamente indaffarato, però, è stato così gentile da venire a Lakewood.” “In questo momento la casa di Pony è nel bel mezzo dei lavori di ristrutturazione e ampliamento.” “La nuova casa di Pony avrà delle stanze per gli ospiti, quindi, Archie, vieni a trovarci!” Pag. 190, 2

Per Sara Lagan inverno  1919?: “La ringrazio per avermi invitata alla festa d’inaugurazione del Resort Inn”. Pag. 150, 2

Per George Villers inverno 1919? :“Sono contenta che ti stai riprendendo dall’influenza. Non vorrei che avessi contratto un potentissimo virus alla festa dei Lagan.” “Ora che il mistero si è risolto, mi rivolgo a lui di proposito come se fosse un uomo molto anziano,continuando a chiamarlo “prozio”, e lui non sa più come fare per farsi perdonare. È una piccola vendetta che ho il diritto di concedermi, non trovi? Pag. 157, 2

Per Stuart Lux
a seguito del Resort Inn, 1919: “Abbiamo tutti superato le onde tumultuose della guerra e siamo riusciti a ritrovarci” Pag. 152, 2

Per Mary Darcy  1919: “A quanto pare si dice che se Neal non ha ancora una fidanzata la colpa sia tutta di una mia maledizione, vero? È proprio una battuta tipica di Eliza. Mi fa ridere…Adesso sarei anche una strega?” “La prossima volta che andrò alla residenza principale degli Ardley, a Chicago, te lo farò sapere (in segreto) Pag. 153, 2

Per Jacob Whitman 1919: “Qualche tempo fa sono stata invitata alla festa d’inaugurazione dell’hotel di Miami dei Lagan.” “È stata proprio Mary a dirmi del suo trasferimento in California. Io però non riuscivo proprio a decidermi a prendere in mano la penna.” “Ho visitato Lakewood dopo tanto tempo e l’ho trovata immutata”. “Immagino che abbia già saputo di Stair, ci sono eventi così dolorosi che non possono ancora diventare ricordi.” “In questo momento sono tornata al mio villaggio natale e sto lavorando come infermiera alla clinica felice del dott. Martin.” Pag. 155, 2)

Arriviamo a fine inverno 1919, a seguito del Resort Inn (la prozia Elroy è guarita dalla nevralgia):

Prozia Elroy 2 (Senza intestazione) da Candice W. Ardley fine inverno 1919 inizio primavera 1919?: “Anche in questo villaggio immerso per lungo tempo nella neve è arrivata finalmente la primavera.” “Sono felice di sapere che le sue condizioni di salute sono buone.” “Vorrei parlarle di Archibald Cornwell ed Annie Brighton”. “Io oggi sono una persona profondamente felice.” “La prego, Prozia, bendica l’unione di questi due giovani tanto innamorati.” “Archie non sa che mi sono rivolta a Lei, e naturalmente, lo stesso vale per il Prozio.” Pag. 194,

Per Alistair Cornwell Primavera 1919? O siamo giunti al 1920?: “La data per la festa del fidanzamento di Archie ed Annie è stata finalmente fissata.” “Manca ancora tempo per il matrimonio.” “”Il fidanzamento di Archie ed Annie si terrà a Lakewood.”Pag. 195, 2

La festa di fidanzamento può essere datata nella tarda primavera/inizio estate del 1920 “Lakewood era costellata di fiori. […] Il cielo di un azzurro da far quasi male agli occhi, il profumo di fiori nell’aria…” Pag. 198, 2. Candy, ripensando a quel giorno, ricorda questo:

So di poter scrivere in cuor mio lettere a Stair quando voglio, ma a quel tempo mi era impossibile fare lo stesso con Anthony” pag 198, 2

Da questa riflessione di Candy possiamo dedurre che il fidanzamento avvenga prima della gita a Lakewood con Albert, poiché è grazie a quella gita e al fatto di aver superato con l’abbraccio nel bosco il senso di colpa per la morte di Anthony che riesce finalmente a parlare con lui, a “scrivergli”. La lettera nella quale Candy racconta la gita segue quella in cui Albert le promette di andarla a trovare una volta tornato da San Paolo e prendersi una vacanza per portare Candy a Lakewood, quest’ultima avviene probabilmente verso la fine dell’estate del 1920, periodo anche in cui può essere avvenuto il fidanzamento fi Archie e Annie dopo un periodo di lontananza e studi.

Epilogo

Sappiamo che tutto il carteggio segue il Resort Inn, perché Albert le scrive che aveva voluto aspettare la stessa stagione in cui si erano incontrati la prima volta per rivelarsi come Principe della Collina, ovvero la primavera. Perché al tempo di Miami Candy è ancora molto arrabbiata con Albert e scrive a George che deve vendicarsi chiamandolo prozio, e perché nella lettera al Principe della Collina gli lancia un incantesimo per far sì che vada a trovarla, sull’onda della nomea di “strega” che avrebbe lanciato una maledizione a Neal, aneddoto che le ha raccontato Mary a Miami, e perché giocano entrambi sulla questione “strega” e “magia”. In seguito, Candy promette che non avrebbe più dovuto subire la sua vendetta, lavora già alla Clinica Felice e quindi tutto avviene dopo l’inaugurazione del Resort Inn. Abbiamo poi il compleanno di Candy a Chicago, a maggio, e Albert che parte per San Paolo. Abbiamo visto che la loro gita è posteriore alla festa di fidanzamento di Archie ed Annie e con le capacità economiche di Albert, potrebbe anche aver viaggiato privatamente con un suo aereo ed esser stato in Brasile in totale poche settimane. Dopo la festa di fidanzamento di Annie e Archie, Albert le fa un’improvvisata, vanno per la prima volta da soli, e la porta a Lakewood; le rende il diario e la libera dal senso di colpa per la morte di Anthony.
Tutte le lettere, nell’epilogo, sono collegate a quella che la precede e sono scritte a stretto giro di posta l’una dall’altra, comprese le due finali. Non avrebbe senso, ad esempio, che Candy gli scriva “Davvero la chiamavano piccolo Bert?” in una lettera e che la successiva, in cui lo ringrazia per averle permesso di chiamarlo con quel soprannome, gliela scriva un anno più tardi… Sono tutte strettamente collegate tra loro e quindi tutto il carteggio tra Candy e Albert è raccolto nel periodo che va dalla primavera a fine estate del 1920, al quale si aggiunge la lettera mentale ad Anthony, scritta proprio nella “stagione in cui fioriscono le rose Dolce Candy”, ovvero fine estate:

Un vento fresco sembrava preannunciare la fine dell’estate. Con aria assente, Anthony se ne stava in piedi nel roseto in piena fioritura. […] Allungò la mano per toccare una Dolce Candy. Si portò alle labbra i petali, caduti leggeri al suo tocco. Il loro dolce profumo acuì ancora di più il suo dolore.” Pag. 142-143, 1

Come a fine estate è la piena fioritura delle piante che Candy nomina durante il viaggio in macchina con Albert per andare a Lakewood ( blubonnet, trachymene, rudbeckie e cerfogli selvatici), fiori prettamente estivi.

Probabile primavera, fine estate del 1919 o 1920

Al Prozio William da Candy Primavera 1920. Vedi incontro con il Principe e lettera di Albert sulla rivelazione): ”In quali cieli sta volando in questo momento? So che sta avviando un nuovo progetto d’affari.” Pag. 211

Per la signorina Candice White Ardley da Willliam Albert Ardley
Primavera, entro maggio: “È normale che tu sia arrabbiata. Io ho continuato a nasconderti la mia identità di prozio e il mio vero nome: Willliam Albert Ardley. Per questo sopporto senza oppormi il fatto che tu mi chiami formalmente Prozio, o che mi tratti a volte come un uomo molto anziano.” “ Volevo trovare il momento adatto, e se possibile, desideravo parlartene proprio nella stagione in cui ci siamo conosciuti la prima volta, lì sulla collina di Pony.” Pag. 212, 2

Per il Principe della Collina da Candy Primavera: “Tra poco la collina si riempirà di fiori. Quale giorno si sta quindi avvicinando? Esatto: è il compleanno di una certa persona.” “Bene, caro Principe della collina, ora ti lancerò un incantesimo! Alahela, blabla, geragorabon! Quel giorno dovrai venire alla casa di Pony per incontrare una ragazza che è carina sia quando piange sia quando ride…E il regalo che le porterai sarà un periodo di vacanza.” La magia funzionerà, spero!” Pag. 216, 2

Per la streghetta Candy da Albert Primavera: “Piuttosto, perché non torni a Chicago? Anche Annie vorrebbe festeggiare il tuo compleanno, e se tu venissi qui, per me sarebbe più facile trovare un momento libero.” “ Anche questo sarà opera della tua magia?” “Ti aspetto a Chicago!” Pag. 122, 2

Per il sign. Albert da Candy la piagnucolona
Primavera: “D’ora in poi non dovrà più sopportare questa mia vendetta!” “Non vedo l’ora di rivederla a Chicago.” Pag. 223, 2

Per il sign. Albert dalla sua bellissima figlia adottiva Maggio inoltrato, in seguito al compleanno a Chicago: “Miss Pony e Suor Lane sono felici di aver trascorso una meravigliosa vacanza.” “Con l’occasione ho potuto rivedere, dopo tanto tempo, Annie, Archie e Patty.” “Quando le è tornata la memoria? La prossima volta vorrei che mi parlasse anche della sua vita in Africa!” Pag. 226, 2

Un saluto frettoloso per Candy da Albert Fine maggio: “Mi sto dirigendo verso San Paolo.” Pag. 227,2

Per la “forse” bellissima Candy da Bert
Fine maggio/giugno: Sono felice che tu abbia passato un bellissimo compleanno.” “Una volta che tornerò a Chicago ti prometto che mi prenderò una vacanza e ti verrò a trovare.” Pag. 230, 2

Possibile morte di Susanna, primavera inoltrata e lettura del cronologico da parte di Candy

Per il signor Albert dalla sua “forse” un po’ avara di parole Candy-  Giugno?  “Quando tornerà da San Paolo e verrà a trovarmi alla casa di Pony?” “Davvero la chiamavano Piccolo Bert?”Pag. 231, 2 lettera inedita.

Per il sign. William Albert Ardley alias Piccolo Bert da Candy
fine estate: “Come sempre io sono tornata dalla Clinica felice del dott. Martin e ho appena messo a letto i bambini.” “Piccolo Bert…sono davvero felice che mi abbia confidato questo soprannome. È il modo in cui la chiamava sua sorella Rosemary, la madre di Anthony. Solo lei utilizzava questa espressione, eppure io ho l’onore di poterla chiamare in questo modo!” “Le sue visite improvvise non mi fanno tanto bene al cuore.” “Il viaggio in auto per Lakewood è stato meraviglioso! I lupinos, o meglio i bluebonnet, le rudbeckie, le trachymene e i cerfogli selvatici…la strada che percorrevamo era affiancata da moltissimi fiori.” “Sono già tornata diverse volte a Lakewood, ma questa era la prima volta in sua compagnia.” “Sulla scrivania c’era il mio diario. Lei…voleva restituirmelo…” Pag. 234, 2

Per Anthony Brown da Candy fine estate: “Penso così spesso a te, ma fino ad oggi non sono mai riuscita a scriverti.” “ Sai Anthony sono andata a Lakewood. Indovina con chi? Oh…Mentre ti facevo questa domando mi sono resa conto che tu non hai mai incontrato il signor Albert.””A Lakewood sono entrata per la prima volta nella sala commemorativa degli Ardley.” “Dalla stragione in cui fioriscono le rose Dolce Candy” Pag. 237, 2

Manca un’ultima lettera al signor Brown. È una lettera strana, e crediamo sia stata accostata a quelle scritte al dott. Martin perché accomunate dal tema del Natale. Ma Candy in questa lettera scrive delle cose particolari: l’ha messa sopra la mensola del camino. Perché, se vive all’orfanotrofio, non se l’è portata in camera e la lascia in balia dei bambini? Gli scrive che ha avuto possibilità di dialogare diverse volte a Lakewood e a Chicago con i ritratti di Rosemary. Com’è possibile se nel 1918 era stata una sola volta a Lakewood (quando ha scoperto che Albert è il prozio) e nella sala commemorativa ci è entrata la prima volta durante la gita a Lakewood con Albert che in sintesi le ha presentato tutta la famiglia e predecessori? Ma soprattutto, come fa a prendersi la libertà di invitarlo anche a nome di Albert nella residenza di Chicago a Natale del 1918 e poco dopo (o poco prima) ringraziare la prozia per averle concesso di presenziare alla commemorazione di Stair?
Per questi motivi pensiamo che questa lettera sia stata scritta a Natale dello stesso anno.

Per il signor Vincent Brown Natale 1919 o 1920?: “La ringrazio per la bella cartolina di Natale che mi ha inviato. L’ho messa sopra la mensola del camino. “Ultimamente, sia nella residenza principale degli Ardley, sia a Lakewood, ho avuto diverse occasioni di dialogare con tranquillità con il ritratto della signora Rosemary, la madre di Anthony. Sono rimasti così tanti quadri che la ritraggono!” “Il prozio William Albert mi parla spesso di lei con grande rispetto, come fosse un fratello maggiore.” “Spero di cuore che verrà a trovarci alla residenza di Chicago. Pag. 186, 2

Tra il 1932 e il 1939:

Cartolina da Susie tra il 1932 e il 1939, perché non è ancora scoppiata la seconda guerra mondiale): Sono passati più di 20 anni dalla morte di Anthony – avvenuta nel 1912 – (pag. 165, Vol 1) e la Candy del presente racconta: “Due mesi fa ho ricevuto da lei una cartolina dall’aspetto singolare inviatami da Calcutta, in India”.

In conclusione  Keiko Nagita nella postfazione ci racconta che Candy nel suo presente è prossima ad affrontare la seconda guerra mondiale. È chiaro che in Europa già da tempo spirino venti di guerra, daterei questo periodo dopo il 1935, forse ci troviamo tra il 1937/1938. Sicuramente non è un periodo sicuro per gli spostamenti in mare, chissà che ciò in qualche modo non abbia condizionato anohito nel far affrontare un viaggio rischioso e da sola a Candy, come fece molti anni prima anche se in contesti differenti, per raggiungere Miss Pony malata.

© 水木杏子 いがらしゆみこ 東映動画
(© Mizuki Kyoko, Igarashi Yumiko, TOEI Animation) Testi di CCFS di Keiko Nagita. Traduzione italiana ad opera di Kappalab.

Un pensiero su “Cronologia di CCFS

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.